Chiudi
 
SIVAR - Società Italiana Veterinari per Animali da Reddito
Società Italiana Veterinari per Animali da Reddito
Associazione Federata ANMVI gestita da EV Soc. Cons. a r.l.
 
Username EGO
Password

Manifesto per la fondazione della SIVAR

I firmatari di questo manifesto hanno ritenuto di cogliere l’esigenza diffusa nel settore degli animali da reddito di trovare un luogo di formazione post-universitaria adeguato al continuo progresso scientifico e normativo, che sia anche luogo di confronto tra Colleghi che operano nella filiera delle produzioni animali e che permetta il raggiungimento di una competenza che sia maggiormente rispondente alle elevate aspettative degli operatori zootecnici, alla tutela del benessere animale ed alla salvaguardia della salute pubblica. La necessità di poter usufruire di nuove possibilità di aggiornamento e di specializzazione, accompagnata dal desiderio di una reale rappresentatività di tutti i Colleghi che operano nel vasto settore degli animali da reddito, ci ha spinto a prendere l’iniziativa di costituire un’Associazione che persegua fini scientifici e culturali volti a favorire l’educazione permanente dei veterinari del settore, e che promuova anche iniziative che possano tutelare ed incrementare la considerazione pubblica nel nostro paese della professione veterinaria nel settore zootecnico. La volontà è quella di creare un’Associazione professionale, efficiente, di carattere nazionale, attraverso un forte radicamento nelle realtà regionali e locali e contemporaneamente attenta alle varie esperienze internazionali. Scopo dell’Associazione, pertanto, è quello di contribuire all’aggiornamento permanente dei Colleghi che operano nei vari comparti del settore degli animali da reddito e di tutelarne la dignità e gli interessi professionali attraverso iniziative nazionali e regionali, congressi, dibattiti e la realizzazione di pubblicazioni periodiche che possano diventare un mezzo di comunicazione dinamico ed efficace per la categoria. Scopo dell’Associazione è anche quello di partecipare attivamente ed in maniera propositiva al processo di evoluzione del settore zootecnico L’Associazione si avvale di una segreteria organizzativa che già opera in modo professionale ed efficiente per altre associazioni attive nel settore veterinario (SCIVAC, SIVE, SOVI, SINVeT, SIDEV, SlMeSC, SISCA, SIANA) e che potrà fornire un valido supporto logistico alla struttura portante costituita da gruppi di Colleghi attivi sia a livello nazionale che locale. L’Associazione sarà diretta ed organizzata da un Consiglio Direttivo che si avvarrà della stretta collaborazione di Commissioni composte da gruppi di Colleghi che operano nei vari distretti del settore degli animali da reddito, affiancato da una Commissione Scientifica. Data l’importanza del ruolo svolto dalle industrie farmaceutica e mangimistica nel settore zootecnico, sarà cura dell’Associazione coltivare con esse la massima collaborazione con correttezza e lealtà di intenti. Benché questo progetto voglia operare ad un livello diverso da quello universitario, perché più legato a realtà specifiche ed operative, sarà cura dell’Associazione ricercare con le Università una fattiva collaborazione nel tentativo di realizzare in modo reale ed attuale quella che oggi viene definita “educazione permanente”. Sarà inoltre nostro preciso intento collaborare concretamente con tutte le varie istituzioni operanti nella ricerca e nella formazione veterinaria. Essendo anche scopo dell’Associazione promuovere e tutelare nella società il ruolo del veterinario pratico che opera nella filiera delle produzioni animali, il suo rapporto con le istituzioni pubbliche, siano esse amministrazioni statali e regionali o ASL, dovrà essere il più possibile attento e costruttivo nel rispetto delle varie competenze. Il rapporto con le altre associazioni sarà aperto ed obiettivo, considerando che lo scopo della nostra Associazione è quello di coinvolgere il più ampio numero di Colleghi operanti nei vari settori zootecnici, dai neolaureati ai colleghi più esperti, accomunati dal desiderio di ampliare le proprie competenze e di migliorare la propria professionalità.

Cremona, 21 Novembre 1998